U19 Eccellenza. La Stamura cade al Palascherma contro la Virtus Bologna

Scivolone interno della Stamura nella 12a giornata del campionato Under 19 Eccellenza. I biancoverdi perdono al Palascherma contro una buona Virtus Bologna e abbandonano la testa della classifica del Girone 5 ora nelle mani della VL Pesaro (che ha una partita in meno) e Forlì e sono raggiunti dal Lanciano al terzo posto.
Contro le V Nere una gara iniziata male e proseguita senza la minima capacità di invertire la tendenza. La Virtus parte fortissimo e con delle percentuali da tre punti irreali. Sette triple nei primi 10′ degli ospiti scavano il solco con l’8-24 dopo 6′. I biancoverdi sono in ginocchio, Petitto ruota i suoi uomini ottenendo qualcosina in più per il 16-28 di un primo quarto a dir poco complicato. La Virtus è ordinata, senza strafare continua a colpire da tre punti (tripla del 20-33) prima di subire un’impennata dorica che porta le distanze sul -7 (32-39) con -3’23” da giocare. Proprio quando la Stamura inizia a vedere la targa dell’avversario questo riparte. Altre due triple e Virtus subito a +15 (32-47) con 1 minuto e mezzo sul cronometro. L’intervallo arriva sul 35-49 e i bolognesi in apparente controllo.
Il divario non diminuisce a inizio di ripresa. La Stamura si innervosisce (fallo tecnico alla panchina a -5’43) e Bologna continua a comandare pur vedendo le sue percentuali inevitabilmente calare. I biancoverdi riducono sul 47-60 ma poi subiscono un altro mini-parziale che è deleterio per le speranze di rimonta. La Virtus è a +20 prima di chiudere la terza frazione sul 49-67. L’ultimo quarto si apre con la Virtus di nuovo a +20, nella Stamura buone cose da Zanotto, Piccionne e Filippetti firmano il 60-73 che riaccende l’odore del miracolo. Ma la Virtus è chirurgica e segna la tripla del 64-78 che è peggio di un colpo allo stomaco. A -3′ dalla fine lo svantaggio interno si riduce sul -9 (69-78) con i liberi di Filippetti. Ma la Virtus è brava a non aver paura. Attacchi pazienti, finalizzati anche da errori nel tiro da fuori ma con il cronometro che corre imperterrito. Il punto esclamativo sulla partita delle V Nere lo mette Soli che realizza la tripla (la 12a della serata) del 75-87 a 39″ dalla fine. La Stamura alza così bandiera bianca chinando definitivamente la testa sull’80-89 del 40.

Nel prossimo turno, ultima giornata del girone di andata, i ragazzi di Petitto saranno ospiti del Santarcangelo.

CAB STAMURA ANCONA – VIRTUS BOLOGNA 80-89 (16-28, 19-21, 14-18, 31-22)
CAB STAMURA:
Bora 6, Virgili 3, Filippetti 5, PIccionne 15, D’Agnano 14, Kumer 1, Tamboura 6, Barletta, Zanotto 13, Paoletti 17, Diop, Balducci. All.Petitto. Ass.Ruini
VIRTUS BOLOGNA: Berlati, Baruffaldi 4, Boggian 6, Faldini 4, Guidotti 5, Soli 12, Donati 21, Accorsi, Baiocchi 19, Vandini 6, Maurizi 12, Trasforini.