Serie B Interregionale. Vita troppo facile per l’Amatori Pescara contro la Stamura

Stamura ancora non pervenuta nel campionato di Serie B Interregionale. Nona sconfitta consecutiva per i biancoverdi di Petitto che vengono sonoramente battuti sul loro campo dall’Amatori Pescara capace di cogliere ad Ancona la sua 6a vittoria e di agganciare il folto gruppo delle terze in classifica.
La nuova battuta d’arresto della Stamura è figlia di una grigia serata sotto ogni punto di vista. Atteggiamento troppo remissivo a tal punto da rendere ogni voce statistica negativa. I dorici hanno tirato con il 28% da due (13/47) e con il 18% da tre punti (3/17) perdendo nettamente anche la gara a rimbalzo (28-46). Con simili numeri vincere è impensabile, impossibile se dall’altra parte c’è una buona squadra che non ha avuto la minima difficoltà a prendersi un buon margine di vantaggio nel primo tempo e poi a gestirlo senza troppi patemi d’animo nella ripresa.

Le difficoltà stamurine si palesano già nel primo quarto. Difesa morbida e un attacco che segna appena due canestri dal campo nei primi 10′ portano i padroni di casa ad inseguire la formazione pescarese che si affida a Origlia, l’esperto Di Donato e al talentuoso macedone Gjorgjevikj. Al 10′ i biancorossi abruzzesi conducono 22-10, un vantaggio che raddoppia nei primi 2′ di secondo periodo. Pescara con le triple di Palmucci e Mazzarese si porta sull’11-30 a -7’55”. Manca una vita ma la partita paradossalmente si decide li. La Stamura continua a girare a vuoto. Dopo 16′ l’Amatori comanda 19-37 e poi tocca anche il +25 (19-44). Zanotto segna a -1′ dalla fine del quarto la prima tripla biancoverde della serata. Davvero troppo poco per poter rimanere in partita che arriva alla sua metà con gli ospiti sopra 25-46.
Nella ripresa non cambia praticamente una virgola. La Stamura prova a trovare le forze mentali per reagire ma sono vani e al 30′ siamo 37-59. Nell’ultimo periodo i presenti al Palarossini sono scossi solo dai brividi per la temperatura già bassa . Pescara va sul +28 (37-65) e poi 44-75 che sarà il massimo vantaggio. Finale 50-75 e tutti casa infreddoliti e con l’ennesimo passivo pesante sul groppone.

Cab 1968 Ancona – Amatori Pescara 50-75
Stamura Ancona
: Bora 2, Monaco 8, Filippetti, Piccionne 10, D’Agnano 5, Kumer 5, Tamboura, Barletta 1, Zanotto 6, Paoletti 13, Balducci. All. Petitto. Ass.Ruini
Amatori Pescara: Gangale, Di Biasio, Palmucci 8, Cocco 19, Pierucci 7, Mazzarese 5, Gjorgjevikj 8, Di Donato 11, Bergamo 8, Origlia 9 Origlia 9. All. Fioravanti