Serie B Interregionale. Stamura travolta in casa dall’Attila Porto Recanati

Pesante sconfitta interna per la Stamura nel turno infrasettimanale del Girone E di Serie B Interregionale. I biancoverdi vengono superati al Palarossini dall’Attila Porto Recanati che fa valere la sua forza al cospetto di una squadra apparsa scarica e fin troppo arrendevole come quella dorica. Il +40 finale spiega bene quali siano stati i valori espressi in campo con la Stamura in partita soltanto per un quarto e poi totalmente disarmata difronte agli allunghi degli avversari che hanno avuto vita facile per più di due quarti. Come parziale attenuante per i ragazzi di Petitto c’è il fatto di essere scesi in campo per la terza volta nel giro di tre giorni. Domenica a Civitanova, martedi con Perugia nel campionato U19 e 24 ore più tardi di nuovo Serie B contro l’Attila. Le energie fisiche e mentali forse sono venute meno e quando si sono viste le difficoltà portate da un avversario valido come quello portorecanatese ogni stimolo per reagire è stato annullato.
La partita ha avuto un senso per un quarto. L’ex Anibaldi e Gamazo ispirano subito l’Attila con la Stamura che regge bene. Il gioco da tre punti di D’Agnano mette Ancona a -3 (12-15) a -5’27” poi gli ospiti mettono la terza tripla di inizio gara ancora con Anibaldi e iniziano il volo. Serve a poco il primo time out di Petitto per una Stamura che inizia a girare a vuoto. Ancora tripla di Anibaldi (16-21), Gamazo e Trentini si fanno sentire sotto canestro (16-25) e il primo quarto termina con la quinta tripla portorecanatese nei primi 10′ firmata sulla sirena da Redolf (a proposito di ex).
Petitto prova a scuotere i suoi con un mega cambio di cinque giocatori dopo 1′ di gioco del secondo periodo. Ma questa Stamura stasera non risponde a nessun tipo di sollecitazione. Piccionne porta i suoi a -9 (23-32) ma poi ecco il parzialone che chiude definitivamente ogni discorso. Gulini colpisce con il suo grande atletismo e gli ultimi 5′ di primo tempo sono un monologo degli ospiti che tornano negli spogliatoi sul 26-50 e più di un’ipoteca sull’intero match.
Si torna in campo e ci sono altre due triple dell’Attila che gonfia il suo vantaggio (28-56). Ancona non segna più. I tiri liberi di Paoletti rimarranno gli unici punti segnati dai biancoverdi per moltissimo tempo. Per ritrovare un canestro dei dorici bisogna mandare avanti il nastro fino a -1’40” dalla fine del periodo con la tripla di Zanotto del 31-70. Al 30′ la squadra di Scalabroni conduce 33-74 e può già tranquillamente pensare alla prossima partita mentre la Stamura perde Virgili per un guaio muscolare alla gamba. Gli ultimi 10′ sono totalmente privi di interesse con l’Attila che manda in campo anche i suoi baby Marcone e Moretti e tiene senza problemi il vantaggio. Finale 49-89 con la Stamura che deve pensare a recuperare un pò di risorse per tornare bella come ha saputo essere.
Sabato si torna in campo e di nuovo nel gelido Palarossini. Alle ore 18.00 arriva la Vigor Matelica in crisi di risultati da tre giornate.

Stamura Ancona – Attila Junior Porto Recanati 49-89
Stamura: Bora 2, Gallo 5, Virgili, Filippetti 2, Piccionne 12, D’Agnano 10, Kumer 2, Tamboura 2, Barletta, Zanotto 8, Paoletti 4, Balducci 2. All. Petitto
Porto Recanati: Mancini 9, Balilli 5, Marcone 3, Gamazo 13, Moretti, Cingolani 6, Redolf 6, Trentini 11, Gulini 18, Montanari ne, Anibaldi 18. All. Scalabroni