SERIE B INTERREGIONALE. STAMURA CHE IMPRESA. VINTO IN CASA DEL BRAMANTE!

La magia del Natale si tramuta in magia della Stamura. Nell’ultima gara del 2023 del campionato di Serie B Interregionale i ragazzi di Gian Marco Petitto compiono un’autentica impresa sportiva andando a vincere laddove nessuno finora era riuscito ovvero sul parquet del Bramante Pesaro, seconda forza del campionato che aveva perso finora soltanto tre volte in 13 giornate inanellando 7 successi in altrettanti incontri giocati in casa. La Stamura è scesa in campo senza pressioni addosso date da un evidente pronostico sfavorevole ma con tanta fiducia alimentata dalla vittoria ritrovata nel turno precedente contro Pescara.
E la Stamura è capace di mettere subito alle corde il forte avversario. Ottimo approccio alla partita e una produttività offensiva come mai forse in questa stagione. I biancoverdi realizzano 6 triple nel primo quarto con il Bramante che invece litiga con il ferro. I dorici sono sul 4-15 dopo la prima bomba di Zanotto, i pesaresi cercano di scuotersi con due triple di Centis ma il duo argentino Gallo-Zanotto replica ancora da oltre l’arco con il primo quarto che si chiude con Ancona avanti 11-24.

C’è da attendersi la logica reazione del Bramante che sembra rimasto negli spogliatoi nei primi 10′ di gioco. La Stamura tiene però il vantaggio nei minuti iniziali di secondo quarto. Sul 16-29 per gli ospiti il Bramante ha una fiammata con sei punti consecutivi di Crescenzi che consigliano a Petitto il time out (23-29 a -5’25”). Arrivano i primi punti di Paoletti e Delfino (25-31) e poi c’è un gioco da quattro punti di Piccionne che segna e subisce un fallo “con mestiere” commesso da Giampaoli. Sul nuovo -10 (25-35) il Bramante si affida proprio al suo bomber che segna due triple consecutive per il 31-35 dell’intervallo.

Il terzo quarto sarà il periodo più complicato per la Stamura. Il Bramante rientra in campo più arrabbiato e convinto consapevole che prima di fare festa c’è ancora tempo. La Stamura si blocca in attacco segnando appena 4 punti all’interno della frazione, dall’altra parte Pesaro trova subito il primo vantaggio della serata con la tripla di Giampaoli (36-35). Ancona non segna ma tiene comunque in difesa. Parità a quota 39 al 28′ e slancio pesarese prima della fine del quarto con Sgarzini e Centis dalla lunetta per il 43-39 del 30′.

Nella prima metà dell’ultimo quarto il Bramante cerca di chiudere i conti. Due triple di Nicolini producono il +8 per i biancoblu locali che a -4’49” dalla fine sono sul 52-44. Petitto chiama time out e dall’uscita c’è subito la tripla di Piccionne che ridà slancio e fiducia ai biancoverdi. Il Bramante torna impalpabile. Infrazione di 3″ di Stefani, errore di Giampaoli da tre e nel frattempo arriva il canestro di Zanotto assistito da Gallo e la tripla del pareggio di Paoletti a -2’20” dalla fine. Tutto ancora da decidere con il Bramante che adesso ha paura e la Stamura inizia davvero a crederci con la gara che si infiamma. Segnano Centis e D’Agnano e ancora tutti in parità. Il brindisino biancoverde porta i suoi avanti a -1’25”, dall’altra parte c’è l’errore di Centis e il successivo fallo in attacco di Delfino mentre si entra nell’ultimo minuto. A -36″ dalla fine Piccionne va in lunetta. Non trema la mano del capitano fresco diciottenne. 2/2 e 54-58 per la Stamura che si mette in difesa. Giampaoli sbaglia da tre punti con la rimessa per i dorici. Il Bramante arriva al bonus con il fallo di Panzieri a -24″. Passano altri 2″ e Crescenzi manda ai liberi Paoletti. 2/2 anche per lo jesino e Stamura sul 54-60. Il Bramante affida le ultime speranze a Giampaoli che a -14″ dalla conclusione segna il -3 (57-60). Time out di Petitto per disegnare gli ultimi dettagli della gara. Ma la rimessa dorica è un regalo ai pesaresi che hanno ora 9″ per impattare. La palla arriva a Giampaoli sul quale c’è il fallo di Piccionne. L’esperto giocatore pesarese vorrebbe il fallo sul tiro da tre punti ma la coppia arbitrale dopo un colloquio decide che i liberi sono soltanto due per via del bonus in casa Stamura. Giampaoli segna il primo e sbaglia appositamente il secondo libero. Il rimbalzo è toccato da Tamboura, la palla arriva a Ferri che dall’angolo lascia partire la preghiera che va lontano dal bersaglio. Vince la Stamura regalandosi un Natale bellissimo.

BRAMANTE PESARO-STAMURA ANCONA 58-60 (11-24, 20-11, 12-4, 15-21)
BRAMANTE
: Cavedini n.e, Delfino 5, Crescenzi 8, Ricci n.e., Sgarzini 2, Druda n.e., Ferri 4, Nicolini 6, Centis 12, Stefani 1, Panzieri 5, Giampaoli 15. All.Nicolini
STAMURA: Bora 1, Gallo 9, Virgili, Filippetti, Piccionne 24, D’Agnano 9, Tamboura, Barletta, Zanotto 8, Paoletti 7, Diop, Balducci 2. All.Petitto. Ass.Ruini