Serie B Interregionale. La Stamura non va fino in fondo. Al Palarossini vince Matelica

La Stamura resiste fino alla fine contro una delle quattro capoliste del Girone E di Serie B Interregionale ma non riesce a trovare la zampata necessaria per portare a casa la partita. I biancoverdi rimangono incollati al match per tutti i 40′ ma pagano delle disattenzioni arrivate nei momenti decisivi con Matelica che al contrario è cinica e puntuale quando c’era da fare sul serio.

La Stamura parte bene sospinta da capitan Piccionne e soprattutto da Zanotto autore di 7 dei primi 10 punti dei padroni di casa. Matelica trova con Mariani e Provvidenza lo slancio per andare sul +8 (18-10) con Petitto che chiama il suo primo time out a -2’46”dalla fine del primo quarto. Zanotto e Gallo riportano subito Ancona a galla con il 18-17 a -2’08 e stavolta è Trullo a chiedere la sospensione. Il primo periodo si chiude con Matelica che prova un nuvo allungo (24-19) primadella tripla di Gallo per il 24-22 del 10′.

Ancora equilibrio nella seconda frazione con probabilmente la migliore Stamura del primo tempo. Riccio spinge la Vigor sul 32-24 a -5’51” ma i dorici sono bravissimi ancora a rispondere. Contro parziale di 8-0 per i locali che impattano a quota 32. Il buon momento stamurino prosegue con D’Agnano che porta i suoi avanti 37-39. L’intervallo arriva con due viaggi in lunetta di Mariani che accompagnano la Vigor negli spogliatoi avanti 41-39.

L’inizio della ripresa è tutta degli ospiti. Trullo da un giro di vite alla sua intensità, Ancona smarrisce la via del canestro e in attacco Matelica vola trascinata dai suoi tre tenori Mariani, Musci e Riccio. Parziale di 12-0 per i biancorossi con Ancona che non segna per i primi 4′ e mezzo della partita. Il primo canestro del secondo tempo della Stamura arriva con una tripla di Piccionne sulla sirena dei 24”. Matelica è a +13 (55-42) e subisce un nuovo rientro dorico. Kumer, Piccionne (3/3 ai liberi) tripla di Gallo e Bora portano i biancoverdi a -3 (55-52) e tanta fiducia ritrovata. Musci segna sfruttando il suo peso in area, Tamboura fa 0/2 ai liberi, e la tripla del gaucho Mariani riporta ossigeno agli ospiti avanti 60-55 al 30′ dopo la preghiera di Piccionne sulla sirena che è accolta.

Non si segna per i primi 2′ dell’ultimo quarto. Matelica muove il punteggio con il liberi di Mariani per il 62-55. Ancona sbaglia parecchio in attacco, la Vigor non fa molto di più ma quello che basta per tornare in doppia cifra di vantaggio per il 68-58 a -6’22” dalla fine. Le distanze non diminuiranno più da qui alla fine. La Stamura ci prova con Zanotto (60-68) ma Mazzotti e Provvidenza  cancellano subito le velleità della giovane squadra di casa. Negli ultimi 3′ di gioco la Stamura comunque non smette di crederci (67-74 a -2’19”) ed è la tripla di Mazzotti a -1’15” dalla conclusione a dire basta alle speranze di Piccionne e c. Finale 69-79 con Matelica che ritrova sudando la vittoria dopo tre sconfitte di fila e la Stamura torna a casa con il classico onore delle armi che non fa classifica ma aiuta nel morale in vista dei prossimi appuntamenti.

STAMURA ANCONA-HALLEY VIGOR MATELICA 69-79 (22-24, 17-17, 16-19, 16-19)
STAMURA:
Bora 4, Monaco n.e., Gallo 11, Filippetti 2, Piccionne 17, D’Agnano 8, Kumer 7, Tamboura 2, Barletta 2, Zanotto 11, Paoletti 5, Balducci. All.Petitto. Ass.Ruini
HALLEY MATELICA: Provvidenza 7, Mentonelli n.e., Ferretti n.e., Carone n.e., Mazzotti 11, Ciampaglia 2, Riccio 20, Mariani 22, Sulina 2. Riccio 15. All.Trullo
ARBITRI: Sperandini e Ciaralli