Playoff Serie D. Il CAB Stamura sfiora il colpo in gara-1. Macerata vince di un punto

Il CAB Stamura esce con tanto amaro in bocca dal PalaVirtus di Macerata, teatro della prima sfida delle serie di Playoff di Serie D. La numero uno del ranking, Basket Macerata, vince e rispetta i favori del pronostico ma lo fa dopo una partita di grandissimo equilibrio e finita soltanto all’ultimo tiro. Straordinaria prestazione dei ragazzi di coach Pozzetti che non hanno subito l’esperienza della quotata formazione maceratese ne tantomeno la bolgia creatasi dal tanto pubblico presente al palasport.

I biancoverdi sono protagonisti di un ottimo avvio e tengono in scacco l’avversario che non riesce a produrre il suo gioco. Al 10′ il CAB è avanti 14-17 e si appresta a un grande secondo parziale che lo porta a condurre anche di 14 lunghezze (28-42) prima di chiudere avanti 35-44 all’intervallo.

Nella ripresa c’è la logica e attendibile reazione del Macerata che però continua a trovare come risposta la tranquillità stamurina. Monaco riporta gli ospiti sul +14 (37-51) segnando tutti i primi 7 punti biancoverdi del terzo quarto. Macerata riduce al -9 (44-53) a 5′ dalla fine del periodo mentre aumentano i decibel del PalaVirtus. Sul finale di quarto Ponzella e Gospodinov tengono avanti il CAB con Macerata che riapre definitivamente le sorti di gara-1 con la tripla del 58-61 del 30′.

A inizio di ultima frazione Macerata firma il sorpasso con le triple di Tiberi (64-63). Il CAB Stamura vacilla ma ha i nervi ben saldi nonostante la giovanissima età dei suoi attori in campo. Paoletti segna quattro punti di fila e c’è la nuova parità a quota 65. Ai maceratesi vengono concesse tante seconde opportunità ma le cattive percentuali locali permettono alla parità di non lasciare il campo. Si arriva all’ultimo minuto con Macerata che trova il canestro del 69-69. Il CAB Stamura torna in attacco e a 39″ dalla fine Piccionne sembra un veterano quando segna il 2/2 dalla lunetta tra il frastuono di urla, fischi e trombette assordanti. L’attacco di Macerata è finalizzato dal tiro di Tiberi che è un errore, sul rimbalzo arriva per primo Paoletti sul quale c’è fallo. Il numero 25 biancoverde segna solo un libero, Macerata torna allora in attacco e stavolta Tiberi non fallisce quando mancano soltanto 5″ alla fine. Coach Pozzetti disegna l’ultima azione in un time out. Ponzella rimette la palla in gioco direttamente per Paoletti il cui arresto e tiro dalla media distanza cozza contro il primo ferro elevando all’ennesima potenza la delusione biancoverde per un successo tenuto in mano e svanito all’ultimo istante. Il Basket Macerata tira un forte sospiro di sollievo e si prende con sudore l’1-0 nella serie. Mercoledi 4 maggio nell’hangar di Pietralacroce (ore 21.00) la seconda partita che promette altrettanto ardore.