K.o.contro Milano. Niente Finale Nazionale per l’Under 15 del CAB Stamura

Serviva la gara perfetta per infliggere alla corazzata Olimpia Milano quella che sarebbe stata la sua prima sconfitta stagionale. Il CAB Stamura c’è andato davvero vicino ma si è dovuto alla fine arrendere alla potenza dei milanesi che chiudono il Concentramento Interregionale Under 15 di Livorno a punteggio pieno e arrivano alla corsa scudetto di fine maggio con più che giustificate ambizioni.
Con le spalle al muro i biancoverdi dovevano vincere dopo il primo sorriso del PalaMacchia arrivato contro Rimini. E per farlo bisognava sprigionare ogni singola stilla di energia sperando che potesse bastare. E per almeno 35′ i dorici hanno tenuto testa al forte avversario dimostrando di essere abbondantemente all’altezza. 17-16 per i stamurini dopo un buon primo quarto con Milano che chiude avanti 28-26 al 20′. Nella ripresa aumenta la pressione dell’Olimpia (31-37 al 25′) ma il CAB Stamura non ha paura, regge l’urto e chiude al 30′ sotto di un solo punto (44-45). La spallata decisiva di Milano è arrivata a meno di 5′ dalla fine con il break che ha portato l’Olimpia avanti 47-54, complice anche due triple piuttosto fortunose. Il CAB Stamura ha avvertito terribilmente il colpo e negli ultimi della gara si è sciolto non riuscendo più a reagire. Milano piazza l’allungo deciso e con l’11-3 chiude ogni discorso sul 49-65 finale.
A conti fatti emerge che la squadra di Ferri ha pagato a carissimo prezzo il brutto avvio del Concentramento livornese. La sconfitta contro i romani dell’Alfa Omega ha terribilmente compromesso tutto con i biancoverdi che poi hanno reagito bene contro Rimini e arresisi solo alla forza di un avversario superiore come Milano. Rimane senz’altro indelebile il buon cammino fatto dal gruppo in questa stagione con il totale dominio della fase regionale giocata ottenendo soltanto vittorie. E’ stato fallito l’esame di maturità che poteva portare questa squadra alla ribalta di una Finale Nazionale, il rammarico sicuramente c’è ma è abbondantemente superato dalla profonda gratitudine verso tutti i ragazzi e per il loro staff tecnico.

Leave a Reply

tre × 2 =